Open Data Roma Workshop

Open Data Roma Workshop

L'8 il 9 e 10 novembre si terrà a Roma l'Open Data Roma Workshop. L'incontro ha lo scopo di favorire lo sviluppo di applicazioni e servizi basati sui dati pubblici.

Durante le giornate dell’8 e del 9, i partecipanti saranno divisi in gruppi e collaboreranno alla progettazione di un’idea o di un’applicazione, con l’aiuto degli esperti presenti. Idee ed applicazioni dovranno essere inviate entro le 14:00 del 9 novembre. Il 10 novembre, le idee e i progetti migliori verranno eletti nel corso della sessione di chiusura dei lavori.

Il workshop inaugura il progetto Roma Capitale Open Data, volto a mettere a disposizione i dati pubblici dell’Amministrazione come materiale per la realizzazione di servizi e applicazioni innovative.

La Commissione richiede a Estonia e Slovacchia di uniformarsi alle norme PSI

EstoniaSlovakia

La Commissione europea ha richiesto ad Estonia e Slovacchia di adeguare le proprie leggi alle norme europee sul riutilizzo dell'informazione del settore pubblico (PSI). Questi paesi non stanno attualmente garantendo condizioni eque per il riutilizzo dell'informazione del settore pubblico, in violazione della direttiva PSI. L'Estonia e la Slovacchia hanno omesso di attuare correttamente la maggior parte le disposizioni della direttiva, incluso il divieto di pratiche discriminatorie o monopolisticche da parte di enti pubblici.

Le richieste prendono la forma di pareri motivati ​​- la seconda fase della procedura d'infrazione. Entrambi i paesi hanno ora due mesi per informare la Commissione delle misure adottate per garantire la piena conformità con la direttiva PSI. Trascorso questo tempo, la Commissione può deferire gli Stati Membri alla Corte Europea di Giustizia.

Non dando corretta attuazione della direttiva PSI, Estonia e Slovacchia stanno impedendo ai loro cittadini e alle imprese di beneficiare del riutilizzo dell'informazione del settore pubblico per nuovi prodotti e servizi, come ad esempio sistemi di navigazione, previsioni del tempo o molte utili applicazioni per smart phone. Questi prodotti e servizi sono resi possibili adattando e/o connettendo tra loro dati geografici, legali o statistici detenuti da enti pubblici.

(Fonte: European Commission Press Release)

Visualization in Complex Environments: incontro 17/18 novembre 2011

Nell'ambito di due progetti europei, Assyst e FuturICT, IRES Piemonte, con Politecnico di Torino, CSI Piemonte e Fondazione ISI, promuove Visualization in Complex Environments, un convegno sul tema della visualizzazione delle informazioni come supporto ai policy maker e come strumento di diffusione della conoscenza.

Il convegno sarà articolato in 3 sessioni, le quali si svolgeranno il 17 e il 18 novembre a Torino, presso il Salone d'Onore del Castello del Valentino.

Visualization in Complex Environments

È inoltre prevista una call rivolta a studenti e giovani ricercatori, per dar loro l'opportunità di presentare progetti e idee circa il ruolo della visualizzazione delle informazioni nelle aree della comunicazione, della gestione delle aree urbane e dell'esplorazione dei dati. La call si chiuderà l'11 novembre (per maggiori dettagli si veda qui).

Per maggiori informazioni si invita a consultare il sito dell'incontro (qui).

Comune di Firenze Open Data

Il portale online del Comune di Firenze ha recentemente inaugurato una sezione Open Data.

La sezione presenta una serie di dati liberamente accessibili e riutilizzabili, suddivisi per (al momento) nove aree tematiche e messi a disposizione del pubblico con licenza Creative Commons Attribuzione 3.0, adottata dal Comune come licenza predefinita.

Il Comune si riserva poi, di valutare caso per caso, anche discutendone con gli utenti stessi, l'adozione della licenza di volta in volta più opportuna per ogni singolo set di dati che verrà rilasciato (per maggiori dettagli si veda qui, paragrafo 'Licenze e Note Legali').

Comune di Firenze

dati.emilia.romagna: nuovo portale Open Data regionale

È online la versione beta 2.1.0 del portale dati.emilia.romagna.it, recente iniziativa regionale di apertura dei dati pubblici.

Il portale offre una prima raccolta di dati, messi a disposizione in formato aperto e pubblicati con licenze Creative Commons BY o Creative Commons 0, oltre ad una sezione informativa sulla normativa vigente in tema di informazione del settore pubblico.

dati.emilia.romagna.it

28 ottobre 2011: Semantic Technologies for Open Government - Workshop ITTIG

ITTIG

Segnaliamo che il 28 ottobre 2011 si terrà a Firenze, all'interno del Convegno e-Challenges 2011, il Workshop dell'ITTIG dal titolo "Semantic Technologies for Open Government".

Per ulteriori informazioni si prega di consultare il programma del convegno: qui.

dati.g​ov.it: il portale nazionale dei dati aperti

È online dati.gov.it, il portale nazionale dei dati aperti promosso dal Ministero per la pubblica amministrazione e l'innovazione allo scopo di consentire il facile accesso ai dati di tutte le amministrazioni italiane, anche regionali e locali.

Al momento il portale presenta 156 dataset di 31 differenti amministrazioni. Sono inoltre disponibili un motore di ricerca interno al sito ed apposite sezioni per l'approfondimento di temi relativi agli open data, per la raccolta di segnalazioni dei cittadini sui dati provenienti da una qualunque pubblica amministrazione italiana e per la selezione di applicazioni smartphone sviluppate dalle pubbliche amministrazioni.

La maggior parte dei dati messi a disponizione sono pubblicati con licenze Creative Commons o con la licenza Italian Open Data Licence v1.0, a seconda della scelta effettuata dell'ente gestore del dato (vedere le Note legali e il catalogo Cerco i dati).

dati.gov.it

Open Stockholm

La città di Stoccolma ha deciso di aprire alcuni set di dati in possesso degli enti pubblici cittadini, mettendoli a disposizione di imprese e singoli utenti, nell'ottica di un loro riutilizzo quale materia prima per lo sviluppo di nuove applicazioni e servizi.

L'homepage del progetto, Open Stockholm, è consultabile al seguente indirizzo: http://open.stockholm.se/

(Fonte: Stockholm News)

Open Stockholm

Giornata italiana della statistica: 20 ottobre 2011

business chart showing success - by s_falkov on Flickr - CC BY-NC 2.0

Il 20 ottobre 2011, sotto l'Alto Patronato del Presidente della Repubblica, sarà celebrata a Roma, per la prima volta, la Giornata Italiana della statistica.

L'Istat, insieme alla Società italiana di statistica (SIS), a Banca d'Italia e ai Dipartimenti di statistica delle Università italiane, promuove e organizza due giornate interamente dedicate alla statistica ufficiale.

In particolare, tra le varie attività, il pomeriggio del 20 ottobre si terrà il Workshop "Open Official Statistical Data", che permetterà ad esperti internazionali di confrontarsi sugli aspetti culturali, tecnici e organizzativi del fenomeno Open Data e delle sue relazioni con il mondo della statistica ufficiale.

Il 21 ottobre i lavori proseguiranno con la Costituzione del Gruppo permanente dei Giovani Statistici, seguita dalla presentazione di numerosi interventi sulla statistica, la sua storia e le sue prospettive.

Il programma delle due giornate è disponibile qui.

Pubblicazione di dati fiscali aggregati sui siti web dei comuni

New Toy - by Archie4oz on Flickr - CC BY 2.0

La recente conversione del decreto legge 138/2011 pare aprire la strada verso la pubblicazione sui siti internet comunali di dati aggregati relativi alle dichiarazioni dei redditi di determinate categorie di contribuenti.

Il decreto legge 13 agosto 2011, n. 138, recante ulteriori misure urgenti per la stabilizzazione finanziaria e per lo sviluppo, convertito dalla legge n. 148 del 14 settembre 2011 (Gazzetta Ufficiale, serie generale, n. 216 del 16 settembre 2011), prevede infatti, all'art. 12 ter lett. e), l'aggiunta di un comma conclusivo all'interno dell'art. 44 (Partecipazione dei comuni all'accertamento) del decreto del Presidente della Repubblica 29 settembre 1973, n. 600, Disposizioni comuni in materia di accertamento delle imposte sui redditi.

Il comma aggiuntivo prevede che: "Con decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri, su proposta del Ministro dell'economia e delle finanze, d'intesa con la Conferenza Stato-Città ed autonomie locali, sono stabiliti criteri e modalità per la pubblicazione, sul sito del comune, dei dati aggregati relativi alle dichiarazioni di cui al comma secondo, con riferimento a determinate categorie di contribuenti ovvero di reddito. Con il medesimo decreto sono altresì individuati gli ulteriori dati che l'Agenzia delle entrate mette a disposizione dei comuni e dei consigli tributari per favorire la partecipazione all'attività di accertamento, nonché le modalità di trasmissione idonee a garantire la necessaria riservatezza".

Per ulteriori approfondimenti: Prime note sull’ipotesi di pubblicità on-line dei dati reddituali.

Syndicate content