International Review of Administrative Sciences: numero speciale sulla trasparenza

Open Government in the EU Project

È stato recentemente pubblicato un numero speciale dell'International Review of Administrative Sciences che approfondisce il tema della trasparenza di governo.

Il numero si intitola "Government transparency: creating clarity in a confusing conceptual debate" e unisce contributi di numerosi ricercatori nel campo della trasparenza, tra i quali membri del gruppo di ricerca dell'Open Government in the EU della Utrecht School of Governance (Paesi bassi).

Open Knowledge Festival 2012 - Call for Proposals

La Call for Proposals dell'Open Knowledge Festival 2012 è stata lanciata ufficialmente ieri.

È aperta la presentazione di proposte per Topic Streams e Individual Presentations/Events. Un Topic Stream è un "pacchetto di progreammazione" che si concentra su un specifico aspetto, idea o tema; un Individual Presentation/Event è una sessione di approfondimento, come un panel discussion, un workshop, un'hackathon, un coding jam o una sessione interattiva.

Due termini ultimi per domande sono stati fissati, in base alla capacità e allo spazio del luogo dell'incontro (Aalto University School of Arts, Design and Architecture, Helsinki, Finland):

  • 20 aprile 2012 (First Round)
  • 1 giugno 2012 (Second Round)

Per inviare una proposta, segui le istruzioni qui.

Per ulteriori informazioni sulle due categorie ammesse alla Call, vedi le FAQ dell'OKFestival.

Per l'annuncio ufficiale, vedi il blog di Open Knowledge Foundation qui.


Open Knowledge Festival 2012

aperTO: il portale Open Data della Città di Torino è online

Da ieri 26 marzo è online aperTO, il portale sui dati aperti della Città di Torino.

Il portale ospita attualmente 110 dataset relativi a commercio, cultura, elezioni, viabilità e servizi.
aperTO permette agli utenti, agli enti e alle organizzazioni pubbliche e private di usare i dati secondo i termini della licenza IODL 2.0 e nel rispetto delle leggi vigenti.

È possibile interagire con i dati messi a disposizione dal portale; in particolare si può:

  • eseguire il download dei dati, dei relativi metadati e delle descrizioni esplicative;
  • eseguire l’upload di altri dataset o di versione arricchite dei dataset già presenti;
  • commentare e indicare collegamenti ad altre risorse presenti in rete che possano integrare, migliorare o meglio descrivere i dati pubblicati;
  • votare con un unico voto l’utilità, l’interesse e la qualità del dato;
  • eseguire il download delle App;
  • eseguire l’upload di una App realizzata utilizzando un dataset e/o incrociando lo stesso con altri dataset, anche di provenienza differente dalla Città di Torino.

L'annuncio ufficiale del lancio è disponibile qui.

aperTO, il portale Open Data della Città di Torino

La scuola in chiaro: portale Open Data del Ministero dell’Istruzione, Università e Ricerca

Italian Ministry of Education, University and Research

Il Ministero dell’Istruzione, Università e Ricerca ha recentemente lanciato il suo portale sui dati aperti, La scuola in chiaro, sul quale pubblica e rende disponibili dati pertinenti le scuole (indirizzo, numero telefonico, sito web, codice amministrativo), gli studenti (numero, sesso, rendimento) ed il corpo docente (numero, sesso, assenze, pensionamenti, trasferimenti) italiani.

I dati sono messi a disposizione in formato CSV e sono rilasciati sotto licenza Creative Commons Attribution 3.0 (Unported).


Per ulteriori informazioni: vedere qui (sito web del Ministero dell’Istruzione, Università e Ricerca).

Annunciata la versione 1.1 del LOD2 Stack

LOD2

Il LOD2 consortium ha annunciato la versione 1.1 del LOD2 Technology Stack.

Lo stack LOD2 è una distribuzione integrata di strumenti allineati che supportano il ciclo di vita dei Linked (Open) Data dall'estrazione, l'authoring/creazione, all'arricchimento, all'interconnessione, alla fusione, fino alla visualizzazione ed alla manutenzione. Lo stack comprende strumenti dei partner di LOD2 e di terzi.
Lo stack LOD2 è organizzato come un repository di pacchetti Debian, così da renderlo facilmente installabile su qualsiasi sistema basato su Debian (ad esempio, Ubuntu).

Una demo online del LOD2 stack è disponibile qui.

Per maggiori informazioni, vedere qui.

(Fonte: sito web LOD2)

Italian Open Data Licence 2.0

È stata recentemente rilasciata la versione 2.0 della licenza IODL (Italian Open Data Licence).

Il testo della versione 2.0 prevede tutt'ora la condizione di "indicare la fonte delle informazioni e il nome del soggetto che fornisce il dato, includendo, se possibile, un link alla licenza", ma non prevede più l'obbligo di pubblicare eventuali lavori derivati con la stessa licenza o con altra licenza aperta, ritenuta compatibile.

Il testo del comunicato ufficiale è disponibile qui, presso il sito dati.gov.it

Il testo della licenza IODL 2.0 è disponibile qui.

Open data: i primi passi verso Milano Città Digitale -14/3/2012

Università degli Studi Milano-Bicocca & Comune di Milano


Mercoledì 14 marzo 2012 si terrà a Milano Open data: i primi passi verso Milano Città Digitale, incontro organizzato nell'ambito del progetto "Open Data" del quale l'Università degli Studi Milano-Bicocca è partner accademico principale, con specifiche competenze sugli aspetti legali (proprietà intellettuale e licenze, privacy e data protection, etc.) e sugli aspetti tecnologici (tecnologie semantiche, linked open data, qualità dei dati e delle informazioni).

Il programma dettagliato dell'incontro è disponibile qui.

La locandina dell'incontro è disponibile qui.

L’incontro è organizzato dal Dipartimento dei Sistemi Giuridici ed Economici dell’Università di Milano-Bicocca e in collaborazione con il Centro NEXA su Internet & Società, il Tech and Law Center e il Torino Piemonte Internet Exchange.




Centro NEXA su Internet & Società, Tech and Law Center, Torino Piemonte Internet Exchange

Open Stockholm Award: disponibili i dati per partecipare al concorso

La città di Stoccolma ha lanciato il primo hack event in tema di dati aperti, Open Stockholm Award.

Il concorso si terrà dal 13 marzo 2012 al 13 maggio 2012, giorno in cui saranno annunciati i vincitori. A partire dal 13 marzo saranno messi a disposizione i dati aperti con i quali partecipare (vedi qui).

I partecipanti potranno competere all'interno di differenti categorie (migliore idea per un'applicazione, migliore applicazione per la sostenibilità, etc.).

(Fonte: Peter Krantz, opnegov.se)

Open Stockholm Award

Open Data Handbook versione 1.0

La nuova versione dell'Open Data Handbook (in precedenza, Open Data Manual) è stata ufficialmente annunciata dall'Open Knowledge Foundation.

L'Open Data Handbook è un'utile risorsa per quanti siano interessati agli open data. Molteplici tipologie di dati sono prese in considerazione, con un focus particolare sugli open government data. L'Open Data Handbook si rivolge ad una vasta platea di lettori; contiene utili informazioni per funzionari pubblici, attivisti, sviluppatori, ricercatori e - più in generale - per chiunque sia interessato al tema degli open data.

L'Open Data Handbook è nato come ‘Open Data Manual’. Il testo originario è stato scritto sotto forma di book sprint a Berlino, nell'ottobre 2010. Lo sprint è stato organizzato da membri dei gruppi di lavoro dell'Open Government Data e di Open Data in the EU, presso l'Open Knowledge Foundation.
Da allora, un vasto numero di revisori e collaboratori hanno arricchito e corretto il materiale originario, contribuendo alla definizione del testo attuale.

(Fonte: OKF blog)

Leggi l'Open Data Handbook


Ancient Writings - by Mikko Luntiala on Flickr - CC BY 2.0
Ancient Writings - by Mikko Luntiala on Flickr - BY 2.0

Portale Geocartografico Trentino: disponibili on-line i primi dati geografici

È on-line il Portale Geocartografico Trentino della Provincia autonoma di Trento. Su di esso sono già disponibili una prima serie di dati geografici raccolti dal Sistema Informativo Ambientale e Territoriale (SIAT); si tratta di 161 voci che vanno dal piano urbanistico provinciale al piano di utilizzazione delle acque pubbliche (PGUAP), dall’idrografia alle valanghe. I dati sono rilasciati con licenza Creative Commons 0 e pertanto liberamente accessibili e riutilizzabili.

La decisione sul rilascio dei dati è stata presa dalla Giunta provinciale che ha approvato la delibera proposta dal presidente Lorenzo Dellai. Si tratta del primo provvedimento dell'esecutivo per quanto riguarda il rilascio di informazioni secondo i principi dell'Open Data.

L'annuncio ufficiale della Provincia di Trento è disponibile qui.

Portale Geocartografico Trentino
Syndicate content